F.A.D. FORMAZIONE A DISTANZA: UNA NUOVA E SOPRENDENTE ALTERNATIVA

In questi giorni che hanno visto la nostra vita sconvolgersi a causa della quarantena i confini tra la vita famigliare e quella lavorativa per la maggior parte delle persone si sono fusi assieme. Ci siamo trovati improvvisamente a fare i conti con lo Smart Working non solo per svolgere il nostro lavoro ma anche per fruire di corsi di formazione che fino a poco tempo fa venivano erogati diversamente. Approfittando, infatti, del periodo che ci vede costretti in casa, molte aziende, con una produzione pressoché ferma, hanno pensato che poteva essere il momento migliore per attivare dei corsi formativi a distanza senza interferire troppo col lavoro. Non dobbiamo, quindi, più trovarci in un luogo fisico definito ad un orario prestabilito, ma in questi giorni basta accendere il PC e con un click trovarci all’interno di un’aula di formazione.

Ma se questa nuova modalità di formarsi ci ha fatto storcere un po’ il naso all’inizio, è tuttavia innegabile che tale cambiamento non ci dispiaccia del tutto. Ecco perché è bene pensare a tutto ciò che questa nuova visione ci stia regalando in termini di insegnamento per il futuro e tracciarne quindi gli aspetti che stiamo apprezzando e quelli che un po’ ci rendono nostalgici della formazione faccia a faccia.

ECCO QUELLO CHE CI PIACE

Alzi la mano a chi non è mai capitato di alzarsi una mattina, prima del solito magari, perché l’azienda ha piazzato un bel corso formativo per i dipendenti di un settore, per di più fuori dal solito posto di lavoro e aver solo voglia di spegnere la sveglia e nascondersi sotto le coperte. Perché per quanto quel corso ci possa interessare ed essere utile dobbiamo vestirci bene, in alcuni casi preparare un pranzo al volo da portarsi via, uscire (magari è inverno, piove, fa freddo e c’è un vento che vanifica qualsiasi tentativo di ripararsi dalla pioggia con l’ombrello), prendere un treno che non siamo abituati a prendere o percorrere strade per cui abbiamo bisogno del navigatore (nella speranza che il telefono non dia forfè proprio quella mattina) e finalmente arrivare, sperando di aver scritto correttamente l’indirizzo. Tutto ciò con la formazione a distanza svanisce nel nulla. Ammettiamolo, quanto è bello svegliarci qualche minuto prima del collegamento e nel tepore della propria casa raggiungere l’aula utilizzando solo il movimento della mano sul mouse del pc? Se poi ci aggiungiamo che non abbiamo alcun bisogno di vestirci bene dalla vita in giù, abbiamo vinto tutto (dalla vita in su dobbiamo fare i conti con una videocamera non dimentichiamolo). Insomma, più comodo di così…

Un altro aspetto molto interessante è dato dal fatto che noi la formazione la possiamo videoregistrare, e quindi sentirla tutte le volte che ne abbiamo bisogno, non solo sentendo cosa si dice ma anche chi lo dice avendo quindi un quadro completo che possiamo interrompere e sentire più e più volte sistemando, nel caso, gli appunti presi in modo certosino.

Il fatto inoltre di trovarci al di là di uno schermo, al sicuro tra le mura domestiche, ci rende più padroni della situazione, per cui creando una distanza sociale dagli altri che potrebbero fungere da inibitori, ci sentiamo molto più liberi di intervenire e interagire durante una discussione.

Infine, fare formazione a distanza potrebbe farci scoprire quanto questa sia funzionale e comunque efficace senza necessariamente recarsi in loco ogni volta (in alcuni casi anche solo per 1 o 2 h di corso). Questo permette di raggiungere tante persone sparse un po’ ovunque. Pensiamo come esempio estremo ad una multinazionale con sedi in diverse parti del mondo che ha necessità di formare sulla sicurezza tutta una serie di persone che però non si trovano tutte nello stesso stato. In questo caso l’utilizzo di piattaforme che consentano una formazione a distanza risulterà essenziale per raggiungere tutti senza dover obbligare nessuno a spostarsi; l’unico inconveniente potrebbe essere quello del fuso orario, ma del tutto sopportabile, trattandosi solo di qualche ora una volta ogni tanto.

ECCO QUELLO CHE CI MANCA

Di fronte a queste nuove esperienze che la formazione a distanza ci sta regalando e che tuttavia non ci rendono così contrari alla modalità esistono aspetti che comunque ci mancano. È il caso del contatto umano: questa quarantena ha avuto come imperativo il distanziamento sociale ma noi per natura abbiamo bisogno degli altri, abbiamo la necessità di lavorare assieme per sviluppare nuove idee e confrontarsi esclusivamente con sé stessi nella creazione di progetti, alla lunga risulterà inevitabilmente poco produttivo. Durante i corsi di formazione si lavora nella maggior parte dei casi assieme agli altri, siamo noi che diamo vita sinergicamente al corso di formazione, sperimentiamo idee su noi stessi aiutati dall’interazione con gli altri partecipanti. Ma se a dividerci da questo mondo c’è lo schermo del PC e le mura domestiche, tutta questa parte risulterà molto più fredda, ridotta e relegata alla gestione spesso problematica di alcune nostre connessioni domestiche non particolarmente efficaci.

Come possiamo portare avanti progetti, giochi a squadre che rendono la formazione più efficace e partecipativa se siamo soli davanti ad un computer? Questo aspetto umano è quello che manca più di tutti, forse il più importante, specie in alcuni casi dove l’argomento formativo è legato al lavoro di squadra.

Esperti e professionisti non si sono lasciati intimorire, tuttavia, da questa condizione e stanno portando avanti con successo tutta una serie di progetti formativi che gestiscono facendoci sentire vicini pur restando lontani. Sfruttando ciò che la tecnologia ci offre stiamo utilizzando ogni mezzo per gestire questa distanza sociale annullandola il più possibile pur restando a casa.

IN CONCLUSIONE…

Abbiamo dunque scoperto quanto sia importante la formazione svolta di persona, anche se questo periodo ci sta insegnando che formare a distanza potrebbe essere un’alternativa valida e comunque efficace per gestire alcune situazioni particolari o che non richiedono obbligatoriamente la presenza fisica delle persone.

Evoform Consulting, con la creatività che la contraddistingue, ha già attivato numerosi eventi formativi a distanza efficaci, innovativi e soprattutto partecipativi al 100%. Abbiamo deciso di restare a casa ma abbiamo scoperto quanto la tecnologia possa permetterci di avvicinarci pur restando lontani, migliorando qualitativamente il nostro lavoro attraverso questa innovativa modalità di fare formazione.

ENTRA IN CONTATTO CON EVOFORM CONSULTING

Per approfondire le tematiche che hai appena letto, clicca qui

Nessun commento ancora

Lascia un commento